FASTANDFIT: CORSA & BENESSERE
DANIELE BIFFI  
  FASTANDFIT
  CONTATTO
  OFFERTE e PREZZI
  MENTAL COACHING
  PSICOLOGIA DELLO SPORT
  DIVENTA MENTAL COACH
  MARATONA E DINTORNI
  MEZZOFONDO
  SPRINT E VELOCITA´
  => COME ALLENARSI COL TRAINO PER CORRERE VELOCE I 100 M; 200 M e 400 M
  => L´IMPORTANZA DELL USO DELLE BRACCIA NELLO PRINT
  => L´IMPORTANZA DEI PIEDI NELLA CORSA; DALLO SPRINT AL MEZZOFONDO
  => COME CORRERE I 400 MT INDOOR?
  => TECNICA E VELOCITA: LA POTENZA E´ NULLA SENZA CONTROLLO
  => COME CORRERE E QUALE TATTICA PER I 400 M?
  => ALLENARSI CON LA CORDA PER CORRERE VELOCE
  => ESERCIZI CON GLI OSTACOLI PER CORRERE VELOCE
  => COME CORRERE E QUALE TATTICA PER I 200 M?
  => I 60 MT INDOOR: COME CORRERLI E COME PREPARARSI?
  => QUALI STRATEGIE ADOTTARE E COME CORRERE I 200 MT INDOOR?
  => TECNICA E VELOCITA´: LA POTENZA E´NULLA SENZA CONTROLLO
  => ALLENAMENTO TEST PER I 400MT IN ATLETICA LEGGERA
  => RINFORZARE IL BACINO PER CORRERE VELOCE
  => LE SALITE NELLO SPRINT
  => SECONDO ALLENAMENTO-TEST PER I 400 MT:IL 2X300M
  => QUANTO VELOCE DEVO ESSERE PER CORRERE I 400 M IN 43"..?
  => LE FASI DEI 100M: IL DRIVE
  => LE FASI DEI 100M e LA FASE FLY
  => 3 CONSIGLI PER RECUPERARE GLI ALLENAMENTI
  => LA RESPIRAZIONE NELLO SPRINT
  => LE FASI DELLA PREPARAZIONE NELLO SPRINT
  => I TEMPO RUN NELLO SPRINT PER CORRERE VELOCE
  => MICHAEL JOHNSON O WAYDE VAN NIEKERK?
  ALLENARE LA FORZA
  ALIMENTAZIONE
  RICETTE VEGAN
  COMMENTI VISITATORI
  FORUM
  FOTO
  CHI SONO IO
  ULTIMORA
  YOUTUBE
  FACEBOOK
  NEWS
  13 effektive Tipps um Gewicht zu reduzieren
  Titel der neuen Seite
TECNICA E VELOCITA: LA POTENZA E´ NULLA SENZA CONTROLLO
 

"La potenza e´ nulla senza il controllo" diceva Karl Lewis in un famoso spot e possiamo solo dargli ragione. Per correre veloce e´fondamentale avere una tecnica tanto piu´accurata ed efficace possibile come e´fondamentale anche l´essere sciolti e rilassati, facile a dirsi meno a farsi. Allenarsi trascurando la tecnica e la corretta esecuzione del gesto atletico puo´ anche esser non solo controproducente ai fini della prestazione e portare ad avere solo scarsi risultati ma ancor peggio correndo tecnicamente in modo scorretto si aumenta notevolmente il rischio di infortuni dovuti anche a scompensi ed asimmetrie in corsa. Correre bene tecnicamente significa anche utilizzare al meglio arti, muscolatura, tendini, articolazioni e permette quindi di rimanere fisicamente sani ed integri.

Importante e´dunque avere un allenatore che curi il gesto e ti porti a correre bene tecnicamente in modo da sfruttare tutte le forze ed energie che hai a disposizione al fine di ottimizzare il risultato. Per chi viene da altri sport o peggio per chi e´ estraneo allo sport puo´sembrare quasi facile e naturale vedere un Bolt, un Gay, un Powell correre cosi´facilmente e cosi´velocemente ignorando cosi´ quanti anni di lavoro e quanto allenamento ci sia dietro per raggiungere una perfezione ( anche se nessuno e´perfetto ) di corsa come quella di questi grandi Atleti. A me piace dire che a correre siam buoni tutti, a correr bene son molto pochi e bisogna lavorarci sodo. Solo riguardo la partenza ed i primi 20 mt ci si potrebbe scrivere un libro e farci un film.

Modi per migliorare la tecnica? Ce ne sono diversi, quelli che cosiglio sono 3. Il primo e´quello di concentrarsi sui "drills", che non sono altro che esercizi specifici atti a migliorare la tecnica di corsa molti dei quali simulano le varie posture in fase di corsa.  Drills posson anche servire per "attivare" determinati e specifici muscoli altrimenti poco utilizzati oltre che ad ampliare e migliorare la trasmissione nervosa creando anche nuove sinapsi. In internet puoi trovare diversi articolo a riguardo come anche diversi video.

Un altro metodo molto efficace e´ proprio quello di concentrarsi mentre si corre, su un particolare gesto sopratuttto quando si effettuan lavori soft e "lenti" come ad esempio dei Tempo Run. Una volta ci si focalizza sulle braccia, la ripetuta seguente sulla spinta del piede, l´altra sulla postura, poi sulle spalle e cosi´via. Naturalmente meglio concentrarsi su qusto solo in allenamento e mai in gara dove a nulla bisogna pensare se non a correre, ogni pensiero equivale ad una perdita di tempo nella prestazione, diciamo che bisogna correre in "automatico".

Un terzo metodo almeno efficace quanto gli altri e´ quella che si chiama "visualizzazione". La visualizzazione e´ una tecnica che consiste nell´immaginare (visualizzare) una situazione nella propria mente al fine di materializzarne l´accadimento nella raelta´. Questa e´una pratica relativamente nuova legata sopratutto alla PNL (Programmazione Neuro Linguistica) che e´nata da pochi decenni. Eseguita correttamente utilizzando le corrette tecniche, magari meglio se affiancati ne seguiti da un buon Mental Coach,  la visualizzazione porta ad ottimi risultati e tramite essa e´possibile controllare e migliorare volutamente e specificatamente il gesto atletico ma anche a migliorare la concentrazione in gara. Per la nostra mente che noi immaginiamo di eseguire un movimento o che lo eseguiamo realmente e´ assolutamente la stessa cosa, e´sempre una esperienza.

Qualcuno dice che "e´solo questione di tecnica", io direi che e´ molto questione di tecnica. Il mio consiglio e´di curare molto il modo, ben venga anche se in modo maniacale,  lo stile di corsa in ogni singolo dettaglio. Certo bisogna anche fare i conti con il tempo a disposizione per gli allenamenti, non posso dirti dedicaci una mezz´ora ogni giorno se poi hai solo quella per allenarti, o anche solo se hai un´ora. Direi che se ti prefissi di dedicarci almeno il 10% del tuo tempo che dedichi ai tuoi allenamenti, e lo fai in modo cosciente ed efficace, ne trarrai certo vantaggi.

Ogni piccolo miglioramento e´un passo avanti verso la tua meta.

Daniele Biffi - Mental Coach & Personal Trainer

runfast@fastandfit.de


runfast@fastandfit.info  
 
 
Heute waren schon 18 visitatori (94 hits) hier!